16 novembre 2005

Comunicazione di servizio

Lo devo scrivere altrimenti a Fabio prende un colpo.

Tranquilli, Feedburner s'è rincoglionito.
Non abbiamo zero ascoltatori, bensì (attualmente) 71.

[Edit: Ora si è ripreso, e con gli interessi. 89(!) subscribers...]

Per qualche strano motivo, il contatore ieri si è rifiutato di aggiornare circulation e hits. Boh.
Chiederemo i danni morali...

P.S. Un saluto ad Alessia da Latina, che usa Safari su OSX con una risoluzione di 1024x768 e ci visita per la dodicesima volta in cinque giorni. Provvederemo, CARA.

[Edit: Mi fanno notare che questa è fin troppo criptica. Ok.
In pratica, ho verificato l'ora del commento della fantomatica Alessia a questo post, e in quel momento collegata al sito c'era una sola persona, praticamente il clone di Fabio. Stesso PC (o meglio, stesso iBook/Powerbook 12"), indirizzo IP compatibile, visite ripetute nei giorni scorsi...
La novità è che, interpellato, l'interessato smentisce categoricamente.
Il mistero si infittisce, ma io ho ancora due sospetti...]

15 novembre 2005

Jeremy Clarkson vs. Marcello Mariucci

Questo post è la seconda parte del mio personalissimo esperimento per incrementare gli accessi al sito. Di donne s'è già parlato, passiamo ai motori.

E' cominciata sulla BBC la settima serie di Top Gear. Si preannuncia breve (solo sei episodi), ma decisamente pregna di contenuti. Per chi non avesse la minima idea di cosa si tratti, un rapido riassunto.

Tre pazzoidi completi (Jeremy Clarkson, Richard Hammond e James May) tentano di uccidersi facendo traversi con le auto più veloci del mondo o altre cacchiate, tipo comprare vetture di trent'anni fa e distruggerle in bizzarre prove comparative.
Per un appassionato di motori, il massimo. Altro che Ilaria Moscato...

- In questa puntata, i tre si ritrovano sull'isola di Man per scoprire quale tra la Aston Martin V8 Vantage, la Porsche Carrera S e la BMW M6 sia il miglior motoscafo... capolavoro assoluto la sezione con il misterioso pilota ufficiale della trasmissione, the Stig.
- Come se non bastasse, Hammond prova in pista una aspirante nuova socia del club delle supercar, la Ascari KZ1.
- Last but not least, un assaggio di cosa ci aspetta per il resto della serie: non vi rovino la sorpresa, ma come di consueto Clarkson tenterà di battere gli altri due in una trasferta intereuropea, questa volta al volante della Bugatti Veyron, l'auto da 400Km/h. Esilarante, davvero, il mezzo impiegato da May e Hammond...

Ora, il legittimo quesito. Come si fa a vederlo?

Allora: Top Gear è su BBC World (presente anche nel pacchetto Sky) il sabato alle 10.30 e 17.30, e la domenica alle 3.30, 14.30 e 22.30. Il problema è che non ho la minima idea di quale stagione venga trasmessa, e se sia o meno sottotitolata... verificherò.

Ovviamente, se non avete voglia di aspettare e capite un minimo d'inglese, esiste un'alternativa.
Per una serie di motivi (legali) devo parlare per assurdo. Ora, ipotizziamo che su Google cerchiate la parola "mininova", e supponiamo anche che clicchiate il primo risultato.
Potrebbe accadere che si apra un sito, che a sua volta potrebbe avere un campo di ricerca in alto a sinistra. In questo mondo di pura fantasia, io scriverei "top gear s07" e premerei invio. Di nuovo, potrei pensare di cliccare sul risultato più popolare (che ne so, una cosa tipo "Sports related - Top Gear S07 E01 PDTV XviD-m00tv [eztv]") e, avendo il programma adatto, magari nel giro di qualche ora un ormai grave stato di alterazione potrebbe spingermi a credere che sto vedendo, che so, proprio la prima puntata della settima serie di Top Gear.

Dovrò proprio farmi curare, visto che questi stati di allucinazione mi colgono ogni settimana, con le stesse modalità. Di lunedì mi capita di sognare Top Gear, martedì Fifth Gear, giovedì Lost e venerdì Alias. Ma tu pensa...

10 novembre 2005

Riceviamo e volentieri pubblichiamo


Fabio, ti cercano.

P.S. Un saluto a tutti coloro (e sono parecchi) che sono finiti su questo blog cercando cose tipo "bambola ramona nuda", o "calendario giorgia palmas", o combinazioni improbabili delle suddette chiavi di ricerca. CVD.
...
Dimenticavo. Rosy Bindi.

09 novembre 2005

Recensioni

Beh, salve vecchie carcasse!
Come promesso la nostra prima e già mitica puntata è stata pubblicata (ma questo probabilmente già lo sapete).
I miei amici Pietro ed Antonio hanno già pubblicato il loro post per commentarla, allora mi sono detto "...e io chi sono, il più pirla?..." la risposta sembra scontata e invece non lo è.
Comunque "Attenti a quei tre" è ormai prepotentemente irrotto nello scenario internazionale, sta diventando sempre più un fenomeno mass-mediatico: c'è chi ci ha paragonati alla Gialappa's Band, ma senza l'ironia, c'è chi ci ha definiti la risposta ad una domanda che nessuno aveva fatto; insomma un vero tripudio.
Per confermare queste mie parole riporto, qui di seguito, alcune recensioni riguardanti il nostro podcast, prese dalle più illustri riviste e pubblicazioni italiane.

(...)"Attenti a quei tre" spacca una cifra, troppo trendy con quei suoi personaggi troppo giusti: Antonio (25 anni Sagittario), Fabio (24 anni Scorpione) e Pietro (24 anni Cancro)... fai anche tu il nostro test e scopri se sei un Fabio un Antonio o un Pietro(...)
(Top Girl)

(...)Fantastico questo trio, dinamico e flessibile come una monovolume, ma giovane e sportivo come una spider.
Come i migliori diesel parte piano, ma poi da il meglio di se: 5 stelle!(...)
(Quattroruote)

(...)Qualcosa di buono e fresco, adatto a tutti i palati, "Attenti a quei tre" è un piatto saporito da gustare in compagnia, con quel pizzico di pepe che non guasta mai. Siamo già tutti cotti di loro(...)
(In cucina con Suor Germana)

(...)Con "Attenti a quei tre" si ha la dimostrazione effettiva di come il governo abbia lavorato bene in questi 4 anni, mantenendo le promesse fatte agli elettori e creando nuovi posti di lavoro(...)
(opuscolo informativo Forza Italia)

(...)Finalmente un programma tutto al maschile che fa a meno di volgari veline o letterine. "Attenti a quei tre" è un programma vero, condotto da uomini veri, come piacciono a noi... e poi hanno tre bellisime voci, calde e sensuali, specialmente il bel marinaio Antonio, Grrrrrr(...)
(Mondo Gay)

Non mi sembra il caso di aggiungere altro, se non arrivederci e, mi raccomando, continuate a iscrivervi numerosi al nostro podcast...!

08 novembre 2005

Meglio tardi che mai

Eccomi qui, ore 7 novembre ore 23:50, quindi quasi mezzanotte e mentre l’i-pod manda musica a raffica mi rendo finalmente conto che effettivamente è arrivato il momento che anche io scriva qualche minchiata sul nostro mitico ed eccezionale blog…
Mitico? Eccezionale? Maddechè. Che esagggerazzzione!!!
Avete ragione, ho divagato… sapete quando uno si fa prendere la mano, ma torniamo a noi.
Innanzitutto io sono Antonio, mi riconoscerete perché sulla foto sono quello turchese, il colore effettivamente fa schifo ma dovete sapere che da piccolo ero blu tipo puffo, poi dagli e ridagli con la “varricchina”(come si dice dalle mie parti) ed ecco il risultato, si sta studiando per risolvere il problema dell’altezza ma pare che per quello, non c’è rimedio. Dei tre io non sono né quello esperto di soldi, né quello esperto di pazzi, io sono quello che fa il marinaio, praticamente quello esperto in luoghi di divertimento… Come dire, a ognuno ciò che si merita!!!
Sicuramente gli affezionati avranno già scaricato la nostra prima e vera puntata, ormai il povero Pietro non sapeva piu‘ che numeri dare in attesa di questa: numero zero, aspettando la numero 0.5, numero zero e qualcosina. Finalmente numero 1.
A chi è piaciuta, a chi meno, e ad essere sinceri nemmeno a noi ha fatto proprio impazzire, ma abituati alla radio, questo nuovo mezzo di comunicazione pod-come-si-chiama ci ha messo un po’ in difficoltà(prova il microfono, collega il cavetto, passa la birra, prova la voce, abbassa la voce, allontanati dalle casse,ma il programma funziona così? apri la birra,no il programma non funziona così,cerca i loop, cos’è quella scintilla? ma la birra è finita? ecc…) quindi diamo la colpa di questa nostra pseudo-latitanza all’essersi dovuti adattare e soprattutto al fatto che le birre non bastavano mai…
Ci auguriamo che col tempo tutto ciò diventi abitudine e che soprattutto il risultato di questi “IMMANI” sforzi vi faccia fare 4 risate mentre ci ascoltate ma soprattutto che le faccia fare a noi(EVVIVA L’ALTRUISMO).
Per il futuro, questi 3 simpatici “BIGDICK” Hanno in serbo per voi molte sorprese: probabilmente ci sarà una cosa che non si è mai sentita né vista ovvero un reality,
poi se troviamo gli agganci giusti, avrete anche la fortuna di ascoltare il parere di fior fior di luminari sulle domande che VOI ci porrete tramite il nostro blog, e poi ancora scherzi telefonici. Vi terremo, inoltre, aggiornati sulle notizie piu‘ bizzarre da tutto il mondo commentandole per voi, vi daremo consigli su dove trascorrere le vostre vacanze, sui vostri viaggi con l’ausilio di un tizio che ha visitato piu‘ di trenta paesi esteri e… e… e… e mica vi posso dire tutto stasera? Intanto Gli Akon cantano Lonely e io c’ho un certo sonno, tanto da averli scambiati per gli Almamegretta(in questi casi si consiglia il riposo assoluto) Concluderei con un saluto a tutti voi, a chi ci ascoltava in radio e ora si scarica il programma, a tutti quelli che mi conoscono, rimando inoltre i saluti a coloro che mi avrebbero voluto salutare ma che non gestendo un blog, non l’hanno potuto fare, a tutte le donne che ci hanno sedotto e abbandonato, ma soprattutto a tutte quelle che si sono volute divertire con noi solo per una notte… ANTONIO

02 novembre 2005

Attenti a quei tre - 1a Puntata

E' stata dura, ma ce l'abbiamo fatta...
E' con grande soddisfazione (ma anche con un po' di sana ansia da prestazione) che vi presentiamo la nostra prima creatura, ovvero la prima puntata ufficiale del prossimo cult-show assoluto.

Potete scaricarla a questo link.

Sono appena 20MB, composti da 40 minuti abbondanti di totale nonsense, causato dagli strascichi di un party che definirei, beh, di quelli che lasciano il segno (ma solo in parte, visto che gia' da sobri partiamo da una base che e' un po' quella che e')...

L'argomento della serata e' piuttosto variegato (che e' un modo carino per dire che non avevamo preparato nulla, e che non avevamo la minima idea di cosa cacchio dire), ma potremmo di seguito riassumerlo in maniera sintetica:
a) Cazzeggio
b) Bambola Ramona
Vabbe', in realta' sono tre quarti d'ora di prova microfono.
Ma abbiamo gia' un bel po' di idee in cantiere, e comunque cavolo, abbiamo rinunciato ad un contratto miliardario in una radio privata in nome della liberta' d'espressione, almeno apprezzate l'impegno...

Quindi, questo è senza dubbio il momento migliore per sottoscrivere il podcast... pensateci, poi potrete dire ai vostri nipotini "Si, io c'ero".
Come? Semplice.

- Se avete iTunes, versione 4.9 o successive, ci trovate nella directory dei podcast, cercando "Attenti a quei tre", oppure "Antonio, Fabio e Pietro". Cliccando su questo link, dovreste essere indirizzati automaticamente alla nostra pagina, dove potrete sottoscrivere il feed;
- Se usate qualunque altro software per la gestione dei podcast, a quest'altro indirizzo trovate il nostro feed, gentilmente fornito da FeedBurner.

Per qualunque cosa, rispondiamo al solito attentiaqueitre@gmail.com.
Grazie da Antonio, Fabio e Pietro. Alla prossima!

P.S.: OGNI RIFERIMENTO A COSE, PERSONE O FATTI REALMENTE ESISTENTI E' PURAMENTE CASUALE. Cosi', giusto per specificare.

01 novembre 2005

O tempora! O mores!

Ho visto cose che voi umani non potreste immaginare... z*BEEP*ni da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Colle San Lorenzo.
E ho visto i raggi delle luci strobo balenare nel buio vicino alle porte di Foligno. E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo, come cuba libre nel water (o in giardino. O per strada. O... vabbe', avete capito il concetto).
È tempo di pulire...

P.S. Cifrato: 61+...=un buon motivo per rischiare l'arresto.